Liceo Scientifico

LE FINALITA’ EDUCATIVE

Il Liceo Scientifico è una scuola formativa aperta alla realtà che si pone come obiettivo primario la crescita culturale e l’arricchimento della personalità di ogni studente. Si configura come una scuola all’altezza dei tempi, perché in grado di coprire un ampio ventaglio di saperi; è la scuola che offre, potenzia e fa crescere in una dimensione culturalmente matura le conoscenze.

_lic_scientifico_

In essa si creano, infatti, le condizioni culturali, metodologiche, emotive e relazionali, perché gli apprendimenti siano sviluppati criticamente sul piano logico, etico, sociale ed estetico. E’ una scuola adatta ai giovani che considerano la cultura come strumento di crescita, di partecipazione e che hanno come prospettiva carriere professionali di prestigio.
Il percorso del liceo scientifico è indirizzato allo studio del nesso tra cultura scientifica e tradizione umanistica. Favorisce l’acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della matematica, della fisica e delle scienze naturali. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per seguire lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica e per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie relative, anche attraverso la pratica laboratoriale. Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno:

aver acquisito una formazione culturale equilibrata nei due versanti linguistico-storico filosofico e scientifico; comprendere i nodi fondamentali dello sviluppo del pensiero, anche in dimensione storica, e i nessi tra i metodi di conoscenza propri della matematica e delle scienze sperimentali e quelli propri dell’indagine di tipo umanistico;

saper cogliere i rapporti tra il pensiero scientifico e la riflessione filosofica;

comprendere le strutture portanti dei procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica, anche attraverso la padronanza del linguaggio logico-formale; usarle in particolare nell’individuare e risolvere problemi di varia natura

saper utilizzare strumenti di calcolo e di rappresentazione per la modellizzazione e la risoluzione di problemi;

aver raggiunto una conoscenza sicura dei contenuti fondamentali delle scienze fisiche e naturali (chimica, biologia, scienze della terra, astronomia) e, anche attraverso l’uso sistematico del laboratorio, una padronanza dei linguaggi specifici e dei metodi di indagine propri delle scienze sperimentali;

essere consapevoli delle ragioni che hanno prodotto lo sviluppo scientifico e tecnologico nel tempo, in relazione ai bisogni e alle domande di conoscenza dei diversi contesti, con attenzione critica alle dimensioni tecnico-applicative ed etiche delle conquiste scientifiche, in particolare quelle più recenti;

saper cogliere la potenzialità delle applicazioni dei risultati scientifici nella vita quotidiana

GLI SBOCCHI PROFESSIONALI

Il diplomato può aspirare a qualunque tipo di professione avendo la possibilità di scegliere tra tutte le facoltà universitarie e accedere a tutti i concorsi pubblici.